INCONTRA LA NOSTRA Guida Alpina:
Selina Doday Hayshi

Tanzania - selina doday hayshi in piedi - selina hayshi
Posizione: Assistente Guida Alpina
Data di nascita: 6 febbraio 1992
Luogo di nascita: Karatu, Arusha, Tanzania
Lingua parlata: inglese e swahili
Numero di anni nel settore dei viaggi: 8 anni, un anno da facchino, sette anni da guida
Numero di anni di lavoro con Easy Travel: Da giugno 2022

A proposito di Selina

Sono nato nella città di Karatu, Arusha, in Tanzania, e ho vissuto nel villaggio di Changarawe con i miei genitori, cinque fratelli e due sorelle. Prima ho frequentato la Changarawe Primary School dal 2000 al 2006, seguita dalla Chaenda Secondary School tra il 2007 e il 2010. Dopo questa prima educazione, ho studiato educazione della prima infanzia al Sila Education Trust College.

Poi mi sono trasferito da Karatu ad Arusha per trovare un lavoro migliore. Fu allora che iniziai a scalare il Kilimangiaro come facchino. Era il 2015 e avevo solo 23 anni. La mia prima esperienza è stata sulla Londros Route, accompagnando 12 trekker. Tra l'equipaggio di uomini, sei di noi erano facchini, e ognuno di noi trasportava 20 kg proprio come gli uomini. Questa esperienza è stata molto difficile perché era la prima volta che trasportavo 20 kg e le mie cose. Questo è stato molto difficile e mi ha fatto dubitare di me stesso, ma ce l'ho fatta comunque.

Successivamente, nel 2017, sono andata al College of African Wildlife Management per frequentare il corso di un mese per diventare guida alpina. Ho preso il brevetto di guida alpina e ho iniziato a lavorare come guida alpina sul Kilimangiaro.

Conoscevo già Easy Travel perché incontravo i loro equipaggi in montagna. Quando ho saputo da un amico che l'azienda stava reclutando, ho fatto domanda per un colloquio e sono stato felicissimo di ottenere il lavoro come Assistente Guida Alpina.

Parco preferito in Tanzania

Il mio parco preferito in Tanzania è il Kilimanjaro National Park. Qui è dove puoi trovare il Monte Kilimanjaro vicino all'equatore, con incredibili ghiacciai in cima.

Percorso preferito

Percorso Lemosho, camminato per otto giorni.

Cibo preferito

Il mio cibo preferito è il Machalari, un piatto che viene dalla tribù Chaga ed è un misto di banana e carne. Adoro questo pasto perché è facile da cucinare!

Passatempo favorito

Il mio hobby preferito è viaggiare perché amo la natura. A volte ho vissuto vicino a riserve e parchi come Ngorongoro e Manyara, e ho amato viaggiare sin da quando ero giovane.

Programma televisivo preferito

I miei programmi preferiti sono su Safari Channel perché imparo molte cose sul nostro paese, sulla cultura e sui parchi nazionali.

Cantante/gruppo preferito

La mia cantante preferita è Rose Muhando, che canta musica gospel. Mi piace ascoltarla a causa delle mie convinzioni.

14 Domande e risposte con Selina Hayshi

Scalare il Kilimangiaro è il viaggio di una vita perché ci sono molte cose incredibili sul Monte Kilimangiaro. Innanzitutto, ci sono tre picchi chiamati Shira, Mawenzi e Kibo. La Cattedrale è un'area speciale sulla montagna dove il popolo Chaga adora. Puoi vedere ghiacciai che non si sciolgono mai. Il Kilimangiaro attraversa la linea equatoriale e i ghiacciai rimangono in cima. Puoi scalare questa enorme montagna indipendente senza alcuna conoscenza tecnica.

Il mio percorso preferito è il Lemosho di otto giorni perché se scegli questo percorso, godrai di splendide viste su tutte e tre le cime del Kilimangiaro. Shira Peak è a un'altitudine di 3900 m, Mawenzi Peak è a 5100 m, e l'ultima vetta si chiama Kibo, e a 5895 m, questa è la vetta. È anche conosciuto come Uhuru, che significa "libertà", e gli è stato dato questo nome dopo che la Tanzania ha ottenuto l'indipendenza.

Easy Travel è la scelta migliore per gli escursionisti per scalare il Kilimangiaro grazie all'ottimo servizio che offre agli escursionisti. Easy Travel offre cibo eccellente per trekker e membri dell'equipaggio quando sono in montagna durante il trekking. Si prende molta cura dell'equipaggio (cuochi, facchini e guide). Si impegna inoltre a tutelare i diritti dei facchini attraverso la sua associazione con KPAP, l'organizzazione per il benessere dei facchini.
Il mio mese preferito dell'anno per scalare il Kilimangiaro a luglio. A luglio è la stagione secca e questo facilita il viaggio. Puoi ottenere viste migliori rispetto agli altri mesi, molto meglio che nella stagione delle piogge. A causa della copertura nuvolosa, non puoi vedere così tanto durante la stagione delle piogge. A luglio non fa così freddo rispetto agli altri mesi. Inoltre, gli escursionisti possono realizzare i loro sogni di vetta perché ci sono meno possibilità di pioggia.
La mia parte preferita del Monte Kilimangiaro è la parte settentrionale. Quando attraversi la parte settentrionale, puoi vedere flora e fauna lungo il percorso, fin dal punto di partenza. Puoi vedere Impatiens Kilimanjaro, Impatiens Cedeviola, Giant Senecio, Lobelia Decemi e altre specie conosciute come fiori eterni, come Maery Johanas. Puoi anche vedere erbe tussock e animali come scimmie colobus, scimmie vervet, sciacalli, bufali e piccole antilopi. Sulla stessa strada si trova la cosiddetta Cattedrale, dove il popolo "Chaga" adora. Puoi vedere tutte e tre le cime del Monte Kilimanjaro e puoi anche vedere valli come la Karanga Valley.

Gli escursionisti sono stupiti di come l'equipaggio svolge il proprio lavoro e di come trasporta 20 kg con tutte le attrezzature e gli effetti personali. Al giorno d'oggi, ci sono membri dell'equipaggio di sesso femminile come chef, facchini e guide, e svolgono il loro lavoro allo stesso modo dei membri dell'equipaggio di sesso maschile. Ciò include il montaggio e lo smontaggio delle tende, nonché l'approvvigionamento di acqua da utilizzare nei campi.

Le persone sono sorprese dai vari paesaggi del Kilimangiaro, in particolare dalla netta separazione delle zone. Queste zone si trovano a diverse altitudini e tutte hanno qualcosa di interessante. Le persone sono anche stupite dai cambiamenti meteorologici sulla montagna: qualsiasi cosa da pioggia, freddo, sole, vento... molto imprevedibile.

La mia parte preferita della cultura in Tanzania è il modo in cui le persone vivono in pace e unità. Si rispettano a vicenda nonostante ci siano circa 125 tribù. Ogni tribù ha la propria cultura, tradizioni e costumi, ma vivono ancora pacificamente e si rispettano a vicenda.

La cultura più interessante per me è la cultura della tribù Hadzabe, che si trova nella regione vicino al lago Eyasi. Vivono nei cespugli e nella foresta e si procurano il cibo attraverso la caccia. Mangiano anche le radici degli alberi e le foglie per usarle come medicinali. Inoltre, hanno modi di comunicare molto interessanti. Ad esempio, se uno cattura un grosso animale durante la caccia, accende un grande fuoco in modo che gli altri possano vedere il fumo e seguirlo per condividere il cibo. Vivono una vita molto naturale.

senza pensieri – che significa 'nessuna preoccupazione

Jambo – che significa "ciao", perfetto per salutarsi durante il viaggio

Mambo significa 'che succede?' a cui rispondi con "poa", che significa "figo".

Gli ospiti sono sorpresi di apprendere che una donna può gestire il lavoro di scalare la montagna. A volte l'intero equipaggio è di sesso maschile e io sono l'unica donna. I trekker sono sorpresi e mi chiedono se vengo trattato allo stesso modo. Gli ospiti sono anche sorpresi di apprendere che posso trasportare 20 kg di bagaglio mentre porto il mio zaino e non stancarmi.

Preparati mentalmente per la salita. Scalare il Kilimangiaro può essere difficile poiché incontri diverse sfide, ma ti consigliamo di non arrenderti mai. Supererai queste sfide e rimarrai positivo durante il viaggio. Il Kilimangiaro non è così difficile come pensi. Prepara fisicamente il tuo corpo esercitandoti, come fare jogging e correre prima della salita. Questo aiuta il tuo corpo a prepararsi per la salita impegnativa. 

Prepara i vestiti e l'attrezzatura giusti. I vestiti e le attrezzature per il caldo o il sole, il freddo, la pioggia e l'attrezzatura per il vento sono tutti importanti. A causa della natura del sentiero e dei sentieri, è fondamentale indossare scarpe da trekking adeguate.

Consigliamo a tutti i trekker di sottoporsi a un controllo medico. Il medico dovrebbe anche informare il trekker se consiglia loro di salire. Gli escursionisti devono mettere in valigia un kit di pronto soccorso e includere tutti i medicinali prescritti dal medico.

Ho scalato il Kilimangiaro 100 volte come facchino e guida alpina negli ultimi otto anni. Ho percorso tutti e cinque i percorsi: Lemosho, Marangu, Rongai, Londros e Machame. C'è una differenza tra l'esperienza di un facchino e l'esperienza di una guida. Quando facevo il facchino portavo bagagli pesanti e ora devo solo portare la mia borsa. Ho la preziosa esperienza di accompagnare gli escursionisti in vetta.

La grande sfida di scalare il Kilimangiaro è la carenza di ossigeno ad alta quota. Gli escursionisti possono soffrire di mal di montagna, che può causare problemi durante l'arrampicata, problemi come mal di testa, diarrea, vertigini o perdita di appetito. Per ovviare a questo, bevi almeno 3 litri di acqua al giorno.

Potresti stancarti, il che potrebbe essere dovuto al fatto di provenire da un paese o da una regione al livello del mare, rendendo difficile l'adattamento alle alte quote. Il corpo può sviluppare molto facilmente il mal di montagna e l'esaurimento.

I cambiamenti meteorologici possono verificarsi improvvisamente sulla montagna, passando rapidamente da soleggiato a piovoso o ventoso. La copertura nuvolosa può anche essere una sfida perché hai poca visibilità. A volte può verificarsi la neve e coprire i percorsi.

In primo luogo, dovresti avere un atteggiamento mentale positivo durante il viaggio. Segui le istruzioni e la guida dell'equipaggio di montagna. Cerca di non concentrarti sulla difficoltà della sfida e concentrati su come puoi superarla con una mentalità positiva. Potresti avere mal di testa, un segno di mal di montagna. Bere acqua a sufficienza, con un minimo di 3 litri al giorno. Si consiglia l'acclimatazione, il che significa andare in alto e dormire in basso, il che aiuterà gli escursionisti a superare le sfide del mal di montagna.

Le sfide che ho incontrato come guida sono le condizioni meteorologiche avverse (vento e pioggia) che possono danneggiare o rompere le tende. È successo una volta al campo di Karanga quando il vento ha soffiato tutta la notte e non ci ha fatto dormire.

Un'altra sfida che devo affrontare è quando i trekker soffrono di mal di montagna. Alcuni escursionisti non riescono ad arrivare in cima. Devo assicurarmi che il trekker non si metta in pericolo sulla montagna. Dobbiamo evacuare gli escursionisti che soffrono di mal di montagna prima che ci siano ulteriori rischi per la loro vita.

RECENSIONI DEI VIAGGIATORI

Guarda cosa hanno da dire i nostri ospiti
Tanzania - recensioni guida di montaggio - selina hayshi

Per ulteriori recensioni, fare clic su Qui e digita Mount Kilimanjaro nella casella "Cerca recensioni".